v.gif

locandina_notte_ricercatori.jpg

Il Museo nazionale di Matera collabora con l’Istituto Centrale per il Restauro in occasione della Notte Europea dei Ricercatori e delle Ricercatrici (European Researchers’ Night LEAF), coordinata dall’Associazione “Frascati Scienza” durante la Settimana della Scienza, dal 23 al 30 settembre. 
Il 25 settembre dalle 18:00 alle 19:45 al Museo Ridola si terrà la visita guidata dedicata ai percorsi espositivi “Tiresia, il mito tra le tue mani” e “Collezione Rizzon” a cura della Direttrice del Museo nazionale di Matera, Annamaria Mauro, e di Elisabetta Giani, fisico ICR responsabile del progetto PON “Capolavori in 100 KM” che ha finanziato l’allestimento. L’appuntamento è gratuito con prenotazione obbligatoria sulla piattaforma dedicata (link diretto: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-notte-europea-dei-ricercatori-e-delle-ricercatrici-2023-687178448237).   
Nel panorama generale della valorizzazione e della promozione del patrimonio archeologico, il tema dell’accessibilità rappresenta una sfida per gli addetti ai lavori. Da questa idea nasce il progetto “Tiresia, il mito tra le tue mani” e “La Collezione Rizzon”: una riflessione sulla fruizione del museo per l’abbattimento delle barriere cognitive, pensato e realizzato per  accrescere il comfort dell’esperienza per i visitatori con disabilità uditive e visive, ma anche e soprattutto con la volontà di offrire la fruizione ampliata della Collezione Rizzon, importante testimonianza delle forme vascolari e degli apparati iconografici diffusi nell’Italia meridionale tra il V e il IV secolo a.C. La barriera del “non toccare” cede così il passo ad un’esperienza multisensoriale, con fedeli riproduzioni dei reperti e con il racconto vocale dalla voce di Tiresia, indovino cieco della mitologia greca, che rapisce il visitatore portandolo in un mondo lontano di sapienza e conoscenza. La stimolazione dell’olfatto è possibile attraverso un allestimento che consente di esplorare le essenze profumate contenute nei vasi magno greci. 
Il nuovo allestimento, interattivo e coinvolgente, è finanziato dall’Istituto Centrale per il Restauro nell’ambito dell’intervento PON “Cultura e Sviluppo” 2014-2020, cofinanziato da fondi europei (FESR), denominato “Capolavori in 100 km. Un viaggio reale e virtuale nella cultura della Basilicata per conoscere, conservare, valorizzare”. 
La Notte dei Ricercatori è un’iniziativa promossa dalla Commissione Europea fin dal 2005, che coinvolge ogni anno migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca in tutti i paesi europei. L’obiettivo è di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale e stimolante. Quest'anno la Notte dei Ricercatori è stata programmata per la data di venerdì 29 settembre 2023, ma sono previsti eventi per tutta la Settimana della Scienza. Gli eventi si inseriscono nel programma di attività della Notte Europea dei Ricercatori e delle    Ricercatrici 2023 - Progetto LEAF (heaL thE plAnet's Future – G.A. n° 101060194).