v.gif

VIGNOLA_TERRA_REGALE.jpeg4.jpeg VIGNOLA_TERRA_REGALE.jpeg2.jpeg

VIGNOLA_TERRA_REGALE1.jpegVIGNOLA_TERRA_REGALE.jpeg3.jpeg

Si è rinnovato a Pignola l’appuntamento con la tradizionale rievocazione storica “Vignola: terra regale”. Promotore dell’iniziativa, la locale Pro loco Circolo Culturale “Il Portale” che, come consuetudine ha voluto riproporre, anche quest’anno, un “progetto che- ha spiegato la presidente Loredana Albano- ormai è parte integrante della comunità pignolese”. Manifestazione riuscita, nonostante il maltempo, che ha costretto gli organizzatori ad alcuni cambi di programma. Nessuna sfilata per le vie cittadine;  i figuranti del  corteo storico hanno infatti riproposto gran parte delle scene previste nella chiesa di Sant’ Antonio. Nel palazzo ‘Albano Gaeta’, invece, l’allestimento degli spazi espositivi dedicati alle antiche arti ed ai mestieri del Medioevo , affiancati da una piccola esposizione di armature; elmi; giochi da tavolo storici, fruibili anche al pubblico e dallo ‘scriptorium’ con dimostrazione di metodi di scrittura antica. Ad allietare la serata i musici rinascimentali del gruppo “Odor Rosae Musices”, che hanno eseguito brani del periodo storico con la direzione artistica a cura del maestro di musica antica Fabio Anti. A concludere la serata il buffet a cura di  Davide Lauria, socio della Pro Loco e delegato regionale della Confederazione Pasticcieri Italiani e Antonio Rosa che hanno proposto dolci con ingredienti e accostamenti tipici dell'epoca come la torta di ceci, il migliaccio e le rissole a base di frutta fresca e secca, spezie e miele. “Desidero ringraziare – conclude Albano –tutti i volontari impegnati nell’organizzazione ai giovani che prestano il servizio civile presso di noi, i ragazzi della Pro loco Giovani 'Il Portale', l' associazione 'Il Sipario', la Fidapa, la parrocchia Santa Maria Maggiore, l’Azione Cattolica, il coro 'Santa Maria Maggiore', l’associazione culturale 'Il Castello' di Potenza, Rocco Alessio Corleto direttore artistico della manifestazione e don Antonio Laurita che ha consentito lo svolgimento della manifestazione all’interno della sua parrocchia”.