Categoria: news Visite: 984

pino-ferrara.jpg"Il quadro delineato all'indomani delle elezioni provinciali di Matera è a dir poco desolante, che ne consacra la morte della democrazia". A dichiararlo il consigliere provinciale uscente, Giuseppe Ferrara, Capogruppo di "Impegno Comune" del Comune di Policoro. "Hanno vinto la macchinazione, l'affiliazione e gli accordi trasversali, dove a prevalere è la logica della spartizione del potere più che la verifica e il controllo dell'operato di un Ente intermedio". "E se fino a ieri il sottoscritto era l'unico oppositore, quindi controllore degli atti amministrativi e delle scelte di un Ente che di fatto gestisce ancora milioni di euro, con queste elezioni-farsa il Presidente De Giacomo agirà ancora più indisturbato con il beneplacito di consiglieri amici e fidati". "A questo si aggiunge la nomina del policorese Gianluca Modarelli, a cui va l'augurio di buon proseguimento di lavoro, che però è stato eletto in una lista di centrosinistra, fortemente supportato dal nostro sindaco, Rocco Leone, supporto sicuramente costretto dagli eventi". "E se da un lato si potrebbe comprendere la posizione di Leone, che ha contribuito a far eleggere un rappresentante di Policoro, dall'altro non si può accettare la sua scelta di appoggiare, di fatto, una coalizione di centrosinistra!".  "A questo punto, a pochi mesi dalle prossime amministrative, chiediamo al sindaco Rocco Leone, persona di indubbie qualità morali, la cui onestà intellettuale è sotto gli occhi di tutti, di chiarire la sua posizione: ovvero se intende aprirsi al civismo come fatto quasi 5 anni fa, o se sta guardando altrove". "Leone deve aprirsi alla città, a tutto il centrodestra e a quella parte attiva e produttiva della società civile che ha bisogno di nuovi stimoli e nuova linfa vitale per scendere in campo e giocare la sfida di modernità che Policoro rivendica ed esige". "Cercare altre alleanze per un fantomatico progetto trasversale come quello che si è già consumato a livello provinciale e che è sotto gli occhi di tutti, a livello locale sarebbe deleterio nonché fallimentare sin dai nastri di partenza, anche se qualcuno ci sta già provando in maniera quasi sfacciata, come se i policoresi avessero la memoria corta e non ricordassero la provenienza e le rotture e le repentine alleanze di un attuale candidato sindaco e di un "intero arco costituzionale" che oggi diventa "amico" per poi non avere la forza e i numeri per poter governare". "Chiediamo pertanto al sindaco Leone un chiarimento definitivo su ciò che intende fare per le prossime amministrative, mentre noi, altrettanto chiaramente annunciamo la nostra posizione in vista delle prossime amministrative, che non potranno che cominciare con il democratico strumento del dialogo aperto con il centrodestra e con altre forze civiche, approdando anche a delle eventuali primarie aperte all'interno dell'area di centrodestra e di tutta la società civile".