Categoria: news Visite: 685

L-inafferrabile2.jpgDI FIABA IN FIABA…IL TEATRO RICOMINCIA DAI BAMBINI

 LO SPETTACOLO:

20 FEBBRAIO, ORE 10:30 - CINETEATRO HOLLYWOOD, POLICORO
21 FEBBRAIO, ORE 10:30 – AUDITORIUM R. GERVASIO, MATERA

Parte da Policoro e Matera la Stagione Teatrale tanto attesa dal giovanissimo pubblico del consorzio Teatri Uniti di Basilicata, che quest’anno differenzia la programmazione per fasce di età con la sezione “Di fiaba in fiaba…il teatro ricomincia dai bambini”, dedicata ai ragazzi dai 3 ai 10 anni e “La Scena della Gioventù”, per ragazzi dagli 11 ai 14 anni, ed entrambe vedranno in scena spettacoli delle migliori compagnie nazionali.
Matinèe per l’ironico spettacolo sulla resistenza “L’inafferrabile. In Bici con Bartali e in Moto con Lulù. Storie dai giorni della resistenza”, dedicato alle scuole secondarie: a Policoro, venerdì 20 gennaio (inizialmente previsto il 19 gennaio), alle 10:30, presso il Cineteatro Hollywood e a Matera sabato 21, ore 10:30, presso l’Auditorium R. Gervasio.
Lo spettacolo scritto dalla penna di Gian Paolo Ormezzano e costruito da un regista rigoroso ma anche arguto e spiritoso come Lino Spadaro, parla di Gino Bartali, il grande campione di ciclismo, nel settembre 2013 è stato dichiarato “Giusto tra le nazioni” dallo Yad Vashem, il memoriale ufficiale israeliano delle vittime dell’Olocausto fondato nel 1953. La nomina di “Giusto tra le nazioni” è un riconoscimento per i non-ebrei che hanno rischiato la vita per salvare quella anche di un solo ebreo durante le persecuzioni naziste. Bartali, oltre ad essere un campione delle due ruote, si distinse in quegli anni per il coraggio con cui collaborò per salvare dalla deportazione diverse famiglie per un totale di oltre 800 persone. 
Con i due interpreti in scena: Luca Occelli e Andrea Castellini, affiatati e comici nella loro relazione, si parla di Lulù, un partigiano francese in terra di Langa, inafferrabile nei suoi travestimenti con cui burla i fascisti e i tedeschi e si parla di Bartali, il grande Gino, il campione che non volle essere eroe e mai narrò in vita dei tanti ebrei da lui salvati dai campi di sterminio nazisti. Inafferrabile la sua bicicletta in corsa, carica di documenti, soldi e informazioni. Gregari molto meno “inafferrabili” sono i nostri due “corridori” che in coda al gruppo parlano tra loro di queste storie. Cianciano di canzoni ed amori, del passato, della gloria e del nostro presente. Uno spettacolo sui valori, grandi valori, ma privo di retorica come i protagonisti di cui narra, come nello stile di Pino Cacucci l’altro autore, e di una compagnia, Assemblea Teatro che continua ad essere immersa nella memoria perché non smette di sognare il futuro.
La sezione di Teatro ragazzi della Stagione Teatrale 2016/17 organizzata dal consorzio Teatri Uniti di Basilicata, è realizzata grazie al sostegno del Mibact, della Regione Basilicata e dei quindici Comuni che la ospitano. Per maggiori informazioni e prevendita www.teatriunitidibasilicata.com.