aaaa.gif

Coronavirus: in tutta Italia rimodulazione dei servizi di trasporto

0
0
0
s2sdefault

 foto_rimodulazione_servizi.jpg

In linea con i provvedimenti adottati dal Consiglio dei Ministri, la Regione Basilicata ha deciso una riduzione, di circa il 60%, dei servizi di trasporto pubblico locale ferroviari esercitati da Trenitalia e di competenza della Regione. Il nuovo piano di razionalizzazione dei servizi di trasporto salvaguarda alcuni collegamenti minimi sulle linee Potenza- Salerno e Potenza Taranto, e sulla Potenza Melfi, per venire incontro alle esigenze dei lavoratori pendolari del polo ospedaliero di Potenza. Il nuovo piano adottato , in linea con le disposizioni adottate dal Consiglio dei Ministri, rimarrà in vigore fino al 3 aprile 2020. Non si tratta delle uniche limitazioni previste, in questi giorni, per contenere la diffusione del virus. A partire da sabato 14 marzo, chiusi più della metà degli aeroporti italiani, tra cui il secondo scalo di Roma, Ciampino. Il provvedimento adottato ha disposto lo stop al traffico passeggeri in diversi scali, senza però intaccare le emergenze e le operazioni cargo. Linate, ad eccezione di tutti gli altri aeroporti, fermerà le operazioni da lunedì 16 marzo. Per quanto riguarda i treni a lunga percorrenza, sono stati sospesi quelli notturni, mentre è prevista una limitazione per gli autobus non di linea interregionali. Flixbus, la nota compagnia di viaggio ha deciso di sopprimere tutte le corse, in Italia, fino al 3 aprile. Sospesi, inoltre, i divieti di circolazione nei giorni festivi sulle strade extraurbane per i mezzi adibiti al trasporto cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 tonnellate e limitatamente ai servizi di trasporto merci internazionale. In vigore dal 15 marzo tale provvedimento sarà valido fino a nuove disposizioni del governo. In Sardegna, infine, sono stati sospesi tutti i collegamenti e i trasporti ordinari delle persone da e per la Sardegna. E’ consentito, quindi, solo il trasporto marittimo delle merci sulle navi previste in convenzione e il trasporto marittimo delle persone potrà, eventualmente, avvenire soltanto previa autorizzazione del presidente della Regione, e per improrogabili e dimostrate esigenze. Stesso discorso per il trasporto aereo: si viaggia solo tra Roma Fiumicino e l’aeroporto di Cagliari, a patto che le ragioni dello spostamento siano dimostrate e improrogabili, e sempre previa autorizzazione del presidente della Regione Sardegna.
Antonella Domenica Gatto