Protesta dei titolari di stabilimenti balneari a Scanzano Jonico.

0
0
0
s2sdefault

Schermata_2020-06-01_alle_10.01.36.jpgDopo la manifestazione a Metaponto, preoccupati per la stagione turistica 2020, anche i titolari degli stabilimenti balneari di Scanzano J.co, hanno manifestato, domenica 31 maggio davanti al lido Faro.
“Non ci sono ancora certezze, nessun rinnovo delle concessioni demaniali in scadenza al 31 dicembre 2020, a nulla sono serviti gli incontri avuti con la Regione”. Grandi preoccupazioni e incertezze , gli operatori chiedono il rinnovo automatico delle concessioni, semplificazione delle procedure, un disciplinare chiaro e applicabile che li faccia stare tranquilli nello svolgimento della propria attività.
Uno degli ostacoli maggiori, ad esempio, è l’identificazione dei frequentatori della spiaggia con problemi di privacy e adempimenti burocratici, “non si capisce quali siano realmente le responsabilità dell’imprenditore nei confronti dei lavoratori e degli utenti in caso di contagio”.
“Alla fine apriremo per sopravvivere, abbiamo fatto investimenti, vogliamo continuare a lavorare” Questo lo sfogo di alcuni titolari dei lidi di Scanzano J.co,