aaaa.gif

“Agrobiodiversità e cambiamenti climatici” La rivista dell’ALSIA “Agrifoglio” arriva al n. 100.

0
0
0
s2sdefault

carta_e_penna_numero_1.jpegLa rivista dell’ALSIA “Agrifoglio” arriva al n. 100. Numero dedicato alla “Agrobiodiversità e cambiamenti climatici”, che introduce il seminario ALSIA sullo stesso tema organizzato in videoconferenza per il 18 dicembre, ore 16.30.

“Agrifoglio”, la rivista di agricoltura sostenibile dell’ALSIA – l’Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura - raggiunge “quota 100”. E lo fa pubblicando, tra l’altro, un Focus dedicato all’agrobiodiversità, tema al centro dell’azione dell’Agenzia da oltre 15 anni. Sin dalla nascita, cioè, del notiziario, nato da un progetto ideato e condiviso da Sergio Gallo con il compianto Enzo Laganà.
E non è un caso che questo n. 100 dedichi il Focus all’agrobiodiversità e ai cambiamenti climatici: proprio a Enzo Laganà, infatti, è dedicato il premio che l'ALSIA ha istituito e riconosce ogni anno al migliore degli agricoltori-custodi lucani, autentico pilastro per la tutela e valorizzazione della biodiversità del nostro territorio. Un lavoro, quello dell’Agenzia, iniziato nel comprensorio del versante lucano del Pollino, e poi esteso a tutta l'area sud della Basilicata e ad altri territori lucani, e svolto con la collaborazione determinante degli agricoltori-custodi, che realizzano e gestiscono una vera e propria rete di siti di conservazione della biodiversità.
Di questo e di molto altro ancora si parla nel n. 100 di Agrifoglio, che finora ha pubblicato circa 3.000 contributi, insieme a decine di supplementi monografici cartacei. Articoli e notizie, foto originali, commenti e riflessioni prodotti per oltre il 60 per cento da autori esterni, che hanno condiviso con l’Agenzia la propria esperienza di ricerca o di impresa.
Il Focus di Agrifoglio n. 100 introduce anche la videoconferenza ALSIA omonima su “Agrobiodiversità e cambiamenti climatici” in programma il 18 dicembre, alle ore 16.30, su piattaforma Zoom. Alla tutela, conservazione e valorizzazione dell’agrobiodiversità è strettamente connessa la questione dei cambiamenti climatici: occorre acquisire la consapevolezza che solo una adeguata mescolanza di "diversità" biologiche potrà consentirci di assorbire meglio questi cambiamenti, e virare verso un'autentica sostenibilità.
Le iscrizioni alla videoconferenza potranno essere effettuate compilando il modulo presente all’indirizzo https://bit.ly/ALSIA-biodiversità2020. I lavori saranno comunque trasmessi anche in diretta streaming sulla pagina Facebook di ALSIA Basilicata.