aaaa.gif

Avviata la fase di consultazione della proposta di Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (PTPC) 2021-23 dell’ALSIA: c’è tempo fino al 22 aprile per inviare osservazioni e suggerimenti

0
0
0
s2sdefault

Francesco_Cellini_-_ALSIA.jpegCon la pubblicazione della proposta di Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza (PTPC) 2021-23 sul sito dell’ALSIA – l’Agenzia Lucana di Sviluppo e Innovazione in Agricoltura – si è aperta la fase di consultazione per referenti interni e “portatori di interessi” per contribuire alla costruzione di questo fondamentale documento programmatico dell’Agenzia. Ci sarà tempo fino al 22 aprile 2021 per inviare osservazioni e suggerimenti.
Il documento triennale, obbligatorio per le pubbliche amministrazioni a partire dal 2012 con la Legge n. 190, viene revisionato annualmente, e rappresenta uno strumento per individuare misure concrete per ridurre al minimo possibile i rischi di corruzione e migliorare la trasparenza dell’azione amministrativa.
Questa ottava versione del PTPC dell’Agenzia, predisposta dal nuovo Responsabile ALSIA per la Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza, Francesco Cellini, si articola in tre parti: la prima è dedicata alle modalità di svolgimento del processo di gestione del rischio; la seconda alla programmazione delle attività attuative delle misure di carattere generale; la terza a quelle della misura della trasparenza. La proposta di Piano triennale è anche corredata da alcuni allegati, volti ad illustrare nel dettaglio gli esiti dello svolgimento del processo di gestione del rischio, e prevede la revisione ed aggiornamento del Codice di Comportamento del personale, centrale per le misure di contenimento del rischio, e una forte spinta all'automazione e digitalizzazione dei processi.
Tutti i documenti potranno essere consultati al seguente link:
https://www.alsia.it/opencms/opencms/Amministrazione-Trasparente/Altri_contenuti/Pubblicazioni_2021.html
Suggerimenti e osservazioni dovranno essere dunque inviati entro il 22 aprile 2021 all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., e saranno attentamente valutati in sede di monitoraggio e aggiornamento del documento.