aaaa.gif

Tito, al via lo Street Art Festival «ArtiTonanti»

0
0
0
s2sdefault

 Locandina_street_art_festival.jpg

Il vicesindaco di Tito Laurino: «Il tema scelto è quello della rinascita, per dare un segnale di speranza che guardi al futuro. Con questa manifestazione, che speriamo di riproporre annualmente, diamo continuità agli intenti già espressi da questa Amministrazione».

Inizia oggi 26 luglio e termina domenica 1 agosto 2021 la prima edizione della rassegna dedicata alla street art denominata «ArtiTonanti», organizzata dal Comune di Tito e dell’associazione «Sotto il Castello».
Quattro interventi di street art sul tema della rinascita, realizzati in altrettanti luoghi della città.
Per questa prima edizione gli artisti scelti sono:

Vincenzo Iodice

Pittore, scenografo e video-artista, Vincenzo Iodice si è formato all'Accademia delle Belle Arti di Napoli. Nel 2008 comincia la sua attività di scenografo e, dopo la sua prima mostra nel 2009 presso lo «Spazio81» di Aversa, collabora con vari musei, come il PAN di Napoli e il MART di Rovereto, e altrettante gallerie private, sia in Italia che all'estero. Inoltre, partecipa a molti concorsi internazionali come il «Luxembourg Art Prize» e il «Giffoni Film Festival (sezione video-arte). Attualmente insegna disegno e storia dell'arte ad Arezzo, dove vive e lavora.

𝐌𝐚𝐬𝐬𝐢𝐦𝐨 𝐒𝐢𝐫𝐞𝐥𝐥𝐢

Artista italiano nato a Catanzaro nel 1981. Il suo primo approccio alle arti visive è influenzato in adolescenza dal mondo della street art. Nel 2003 si diploma presso lo IED di Torino, opera per importanti agenzie di comunicazione (Coca Cola, Ferrero, Fiat, Rai, etc.). Nel 2006 fonda Dimomedia, producendo lavori pubblicati su importanti libri di graphic design. Nel 2008 è docente di «Tecniche di presentazione e Portfolio» presso lo IED di Torino. Hanno parlato dei progetti artistici di Sirelli i principali canali di informazione italiana e straniera.

𝐅𝐚𝐛𝐢𝐨 𝐊𝐄𝐁𝐎

Graffiti writer da 26 anni a questa parte, nato a Potenza nel 1983. Ha iniziato il suo percorso autodidatta con l'uso a mano libera di spray acrilici per la composizione di lettere intrecciate 2D e 3D, definite «Wild Style», realizzate con una dinamica simmetrica per un concetto personale di ordine e pulizia visiva, ampliando la sua tecnica all'Accademia delle Belle Arti di Bologna. Con gli anni, poi, si è concentrato sulla realizzazione di figurativi, soggetti umani, animali e paesaggistici di maggiore impatto all'occhio umano comune che ne può recepire forti emozioni dai colori velati e dalle sfumature che danno vita ad ampie superfici urbane grigie, piatte e vuote. Oggi resta un writer e un graphic designer specializzato in grafiche di album musicali (cd, vinili, cassette magnetiche), artworks di ogni genere, ritratti in stile realistico o fumettistico, loghi professionali.

𝐎𝐠𝐧𝐢𝐃𝐨𝐧𝐧𝐚𝐮𝐧𝐚𝐌𝐚𝐝𝐨𝐧𝐧𝐚

Firma di una ragazza qualsiasi che, partendo da una brutta esperienza di tentata violenza sessuale, ha trovato il riscatto attraverso la street art, soprattutto tra i vicoli del centro storico di Napoli. Decidendo di rimanere anonima, il progetto è proprietà di tutte le donne che si immedesimano nelle opere.
La presentazione delle opere avverrà domenica 1 agosto, alle ore 19, in Largo Municipio, alla presenza di tutti gli artisti coinvolti.

«Abbiamo deciso di inaugurare questo percorso dedicato alla street art partendo dal tema della rinascita, sia per dare un segnale di speranza che guardi al futuro, in modo particolare per questo periodo complicato che stiamo vivendo, sia per rigenerare luoghi della nostra città. L’auspicio è di creare, in futuro, un vero e proprio percorso cittadino, che possa avere un richiamo molto più ampio. La street art, ormai, ha superato determinati cliché ed è diventata uno degli strumenti principali dei percorsi di riqualificazione urbana. L’obiettivo è quello di dare seguito a degli intenti già condivisi da questa Amministrazione con l’approvazione di un apposito regolamento sulla street art e di creare le basi per un confronto artistico su temi specifici che individueremo annualmente», ha commentato l'assessore alla cultura, nonché vicesindaco, del Comune di Tito Fabio Laurino.