aaaa.gif

Organizzazione al top per il Trofeo Aglianico del Vulture, l’umbro Riccardo Ricci eroe di Maschito

0
0
0
s2sdefault

 Trofeo_Aglianico_del_Vulture_29082021_podio.jpg

A Maschito la seconda edizione del Trofeo Aglianico del Vulture ha voluto fare le cose in grande come appuntamenti clou del calendario regionale lucano nella categoria juniores ripagato da un entusiastico riscontro di partecipanti, da un’organizzazione giovane e dinamica del Team Alto Bradano e dalla partecipazione attiva delle comunità di Maschito e Forenza sui quali si è sviluppata la corsa, preda dell’umbro Riccardo Ricci del Team Fortebraccio.

Grande mobilitazione di volontari e di addetti ai lavori che hanno lavorato a questo Trofeo curando ogni minimo particolare: dalla sicurezza sul percorso a quella anti Covid-19

Una colorita festa di paese che ha richiamato 93 ragazzi della categoria juniores, in rappresentanza di 21 squadre, a darsi un gran da fare sul selettivo circuito tra Maschito e Forenza ripetuto sei volte e che ha avuto in Giuliano Santarpia (Cps Professional Team), Riccardo Djordjevic (Valdarno Regia Congressi Seiecom), Nicolò Severa (AS Roma Ciclismo-Team Coratti), Riccardo Ricci (Team Fortebraccio), Matteo Ligato (Forno Pioppi), Umberto Ceroli (Vini Fantini-Sportur-Freebike), Francesco Menghini (Gulp Pool Val Vibrata-Pedale Rossoblu), Diego Bracalente (Scap Trodica di Morrovalle) e Gabrio Salomone (Valdarno Regia Congressi Seiecom) i protagonisti principali della gara dopo 50 chilometri dalla partenza.

La conquista del gran premio della montagna di Forenza da parte di Ricci è stato il preludio all’azione decisiva che lo ha visto prim’attore sull’ascesa conclusiva assieme a Santarpia e a Ceroli.

Con la strada che saliva ancora fino al centro di Maschito, al culmine di un testa a testa entusiasmante, Ricci ha preceduto d’un soffio sul traguardo un tenacissimo e mai domo Ceroli mentre nulla ha potuto Santarpia che ha colto la terza posizione nel tentativo di lottare per la vittoria fino in fondo nel giorno del suo 18°compleanno.

Alle loro spalle con distacchi importanti sono giunti gli ex compagni di fuga e il resto degli inseguitori, piuttosto sfilacciati, con la presenza di Francesco Rosario Giampietro (Cicloteam Valnoce) neo campione regionale FCI Basilicata juniores.

LE INTERVISTE

Riccardo Ricci, di Orvieto (Perugia), quarta vittoria stagionale: “Nel finale eravamo tutti a corto di energie ma ho avuto più coraggio e gambe. Questa vittoria mi permette di guardare con grande fiducia alle prossime gare e in particolare modo al Giro della Lunigiana il meglio possibile questo 2021”.

Umberto Ceroli, di Piane d’Archi (Chieti), due vittorie a stagione in corso: “Peccato perchè la vittoria era veramente vicina, ma la cosa positiva è che la mia condizione è sempre migliore. Sono sulla strada giusta per un gran finale di stagione”.

Giuliano Santarpia, di Roccasecca (Frosinone), tre vittorie in questo 2021: “Una gara molto dura fin dall'inizio ho cercato di fare il più possibile solo che nel finale non sono riuscito a stare al passo di Ricci e Ceroli ho provato tutto tutto per rientrare ma però bisogna accontentarsi anche di questo risultato è un po' di non è da buttare”.

Antonio Pitocco, presidente del Team Alto Bradano: “I ringraziamenti sono tanti e doverosi ai Comuni di Maschito e di Forenza, ai comandanti dei Carabinieri e alla Polizia Municipale di Maschito e Forenza, al dott. Gerardo Castellano, alla Misericordia Maschito e di Canosa, ai volontari del Gruppo Lucano di Forenza, a Don Filippo Santoliquido, all’Avis e all’Auser. Grazie all’operato dei direttori di corsa Nicola Messuti e Teodosio Nolè, a Gianfranco De Felice e alle Motostaffette Potenza, ai giudici di gara, ad Andrea Vessella con cui abbiamo organizzato la Due Giorni Ciclistica del Centro Sud gemellandoci con la gara di Roccasecca. Grazie a Vincenzo Sileo e a tutta la Federciclismo Basilicata, a Tommaso Guglielmi in rappresentanza del comitato provinciale FCI Potenza, a Luca Alò per il suo prezioso contributo giornalistico, a tutte le squadre partecipanti e ai corridori. Il merito va anche ai nostri 43 sponsor che hanno creduto nel progetto e lo hanno sostenuto. Grazie a tutte le attività e i cittadini del territorio che ci hanno dato un’importante mano per organizzare al meglio la gara. Non posso dimenticare tutti i soci del Team Alto Bradano, dell’Associazione Berimbau e dei tanti volontari che hanno messo cuore e anima per l’inizio di un percorso mirato alla valorizzazione del ciclismo nel nostro splendido e ricco territorio. In più vogliamo puntare nei prossimi anni a ridare importanza al Giro della Basilicata e a dare supporto a questa storica corsa a tappe con tutti i nostri mezzi a disposizione”.

Vincenzo Sileo, delegato regionale FCI Basilicata: “Sulla sportività e sulla partecipazione del pubblico di Maschito non avevo dubbi. Sono molto contento che Antonio Pitocco abbia colto il mio invito a creare un'associazione qui nel territorio dell'Alto Bradano e a creare un gruppo veramente eccezionale. Sono rimasto entusiasta di tutto il contesto e questo lo dobbiamo al comune di Maschito perché dal primo anno ho trovato la massima disponibilità per portare avanti questa manifestazione in sintonia con il Team Alto Bradano come una sorta di prova generale per una futura tappa del Giro della Basilicata che quest’anno non vedrà la luce e slitterà al 2022”.

Tommaso Guglielmi, presidente del comitato provinciale FCI Potenza: “L'importante è lavorare per i giovani e questo grazie alla spinta emotiva del gruppo di lavoro capitanato da Antonio Pitocco che ha permesso al Trofeo Aglianico del Vulture di ottenere un successo indiscuitibile”.

Rossana Musacchio Adorisio, sindaco di Maschito: “Grazie allo sport giovanile, ritroviamo un po’ di libertà. Con il comune di Forenza abbiamo spinto molto alla promozione di questa gara, alla voglia di andare avanti e di dimostrare quell’affetto che il territorio ha verso lo sport. Nonostante il periodo pandemico siamo potuti andare avanti ma bisogna dar merito agli sforzi di Antonio Pitocco e del suo staff per continuare questa tradizione nei prossimi anni”.

Mauro Pace, vice sindaco di Forenza: “Porto i saluti del primo cittadino Francesco Mastrandrea, quello che va fatto da qui in avanti è coinvolgere quelle che sono le realtà territoriali dell’Aglianico del Vulture. Ben vengano manifestazioni come queste che sanciscono il connubio perfetto tra sport e promozione delle nostre eccellenze territoriali”.

ORDINE D’ARRIVO TROFEO AGLIANICO DEL VULTURE

1. Riccardo Ricci (Team Fortebraccio) 104 chilometri in 2.49’51” media 36,738 km/h

2. Umberto Ceroli (Vini Fantini-Sportur-Free Bike)

3. Giuliano Santarpia (Cps Professional Team)

4. Riccardo Djordjevic (Valdarno Regia Congressi Seiecom)

5. Diego Bracalente (Scap Trodica di Morrovalle)

6. Nicolo' Severa (AS Roma Ciclismo-Team Coratti)

7. Francesco Menghini (Gulp! Pool Val Vibrata Pedale Rossoblu)

8. Matteo Ligato (Forno Pioppi)

9. Gabrio Salomone (Valdarno Regia Congressi Seiecom)

10. Nathan Sbabo (Forno Pioppi)

11. Marco Vito Di Santo (Cps Professional Team)

12. Alberigo Antonelli (Cps Professional Team)

13. Ettore Loconsolo (Vini Fantini-Sportur-Free Bike)

14. Federico Minori (Team Logistica Ambientale)

15. Simone Aielli (Vini Fantini-Sportur-Free Bike)

16. Luca Recchia (Valdarno Regia Congressi Seiecom)

17. Lorenzo Benedetti (Valdarno Regia Congressi Seiecom)

18. Lorenzo Sorgi (Team Go Fast)

19. Matteo Gialli (Valdarno Regia Congressi Seiecom)

20. Rosario Gerardino Di Biasi  (Valsele Bike School Team)

21. Marco Pasquale Canale (Team Sword)

22. Lorenzo Di Marco (Team Go Fast)

23. Giovanni Cioni (Valdarno Regia Congressi Seiecom)

24. Valentino Romolini (Team Fortebraccio)

25. Savino Borrelli (Team Bike Terenzi)

26. Catello D'Auria (UC Giorgione-Cambike)

27. Lorenzo Di Camillo  (Gulp Pool Val Vibrata Pedale Rossoblu)

28. Davide De Giorgi  (Pro.Gi.T. Cycling Team)

29. Gabriele Calandra (Gulp Pool Val Vibrata Pedale Rossoblu)

30. Jacopo Colladon (AS Roma Ciclismo-Team Coratti)

31. Angelo Colaiemma (Fausto Coppi Acquaviva)

32. Federico Fantozzi (AS Roma Ciclismo-Team Coratti)

33. Vittorio Carrer (Team Bike Terenzi)

34. Andrea Mearelli (Team Logistica Ambientale)

35. Michele Depalma (Team Bike Terenzi)

36. Fabio Cuzzocrea (Team Nibali)

37. Giuseppe Barbieri (Latella Sport)

38. Nicolo' Migliorati (Team Fortebraccio)

39. Federico Testardi (Gulp Pool Val Vibrata Pedale Rossoblu)

40. Rosario Francesco Giampietro (Ciclo Team Valnoce)

Video arrivo gara https://www.google.com/url?q=https://www.facebook.com/teamaltobradano/videos/379047117137125&source=gmail&ust=1630607839810000&usg=AFQjCNHciTNvyHpLCiyNwJTTHJIQsGxrgA">https://www.facebook.com/teamaltobradano/videos/379047117137125

Credit fotografico Elisa Grieco