aaaa.gif

APERTURA SCUOLA POLICORO. UN COMMISSARIO AVREBBE FATTO MEGLIO

0
0
0
s2sdefault

 avanti policoro

Che ci sarebbero stati disagi il giorno della riapertura delle scuole a Policoro, lo sapevamo tutti, ma che tali disagi siano ancora una volta il frutto della disastrosa situazione amministrativa della Città, dimostra come quel che rimane dell’Amministrazione Mascia stia provocando continui danni assurdi e soprattutto evitabili. Ma soprattutto dimostra come un Commissario prefettizio al posto di questa sgangherata compagine, avrebbe sicuramente fatto meglio, così come avvenuto a Scanzano Jonico.

In pratica, dal 2020 ci sono 4 classi che sono state allocate negli spazi della palestra della “L.Milani” in attesa che fossero eseguiti i lavori di adeguamento delle aule. Un disagio, quindi, che inizia un anno fa, ma che con DAD e chiusure dovute alla pandemia, sono stati subiti in parte dai nostri ragazzi. Il fatto grave è che oggi, dopo un anno e dopo anche un incontro ufficiale con il Prefetto, le aule non sono ancora pronte e le 4 classi parcheggiate nella palestra sono ancora allocate lì.

Quello che manca sono i lavori di adeguamento degli spazi, per rendere le aule dedite alla didattica (pannelli fonoassorbenti, acqua calda nei bagni, impianto elettrico, adeguamento dell’aula COVID, impianto di illuminazione, ecc..).

Ma la cosa ancora più assurda e dannosa per la Città, è che il Ministero ha bandito un avviso rivolto ai comuni con il nome di “Fondo per l’edilizia scolastica per l’avvio dell’anno scolastico 2021/2022” (che finanzia sia il noleggio di moduli, sia l’affitto di immobili e sia proprio i lavori di adeguamento) dove il Comune di Policoro non ha neppure partecipato, al contrario di tanti comuni lucani che hanno approfittato di questa opportunità per garantire ai propri ragazzi l’apertura della scuola nel miglior modo possibile. Tra i tanti Comuni che hanno avuto accesso a questi fondi c’è anche il Comune di Scanzano Jonico, guidato dal Commissario prefettizio da diverso tempo. A dimostrazione che non è sempre vero che un Commissario è una disgrazia per una comunità, anzi, nel caso di Policoro sarebbe l’unica garanzia per mantenere un minimo di ordinarietà.

Questa è una nuova vergogna che i soggetti responsabili di questa sempre più drammatica situazione amministrativa, devono sentirsi sulle spalle e sulla coscienza, soprattutto quando le vere vittime sono i nostri ragazzi.