aaaa.gif

“Abitare a Metaponto” il progetto di scavo e di studio diretto dalla prof. Maria Chiara Monaco nel parco archeologico di Metaponto

0
0
0
s2sdefault

Abitare_a_Metaponto.jpgDal 4 ottobre 2021 ha avuto inizio, nel parco archeologico di Metaponto, il progetto di scavo e di studio “Abitare a Metaponto” diretto dalla prof. Maria Chiara Monaco dell’Università degli Studi della Basilicata (Dipartimento di Scienze Umane). L’équipe è composta da dottorandi e da laureati magistrali dello stesso Ateneo che hanno già maturato numerose esperienze di lavoro sul terreno. Il progetto, che si avvale di un permesso triennale del Ministero della Cultura, per la prima volta in concessione all’UNIBAS, è condotto d’intesa con il Polo Museale (referente dr. Savino Gallo) e con la Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio della Basilicata (referente dr. Simona Di Gregorio). Le attività che intendono aprire un nuovo, importante, capitolo di ricerca nella antica città, andranno per la prima volta ad indagare l’edilizia domestica privata. A differenza di quanto si riscontra ad Eraclea che, a partire dagli anni’80 del secolo passato, sotto la direzione della prof. Liliana Giardino, (Università degli Studi del Salento) ha conosciuto una intensa stagione di scavi che hanno riguardato l’abitato, le residenze private di Metaponto non sono note. Né è da dimenticare che proprio in una di queste case risiedette per un ventennio circa Pitagora che, dopo il 510 a.C., si trasferì a Metaponto con la sua scuola. Sappiamo che la sua casa, nota esclusivamente dalle fonti letterarie, si affacciava su un vicolo (stenopos) che, dopo la morte del filosofo nel santuario metapontino delle Muse, fu intitolato alle dee delle arti. Il progetto è reso possibile anche grazie alla disponibilità di due Enti finanziatori con i quali il Dipartimento di Scienze Umane dell’UNIBAS ha siglato convenzioni: OCCSE e Rotary. OCCSE Onlus, presieduta dalla prof ssa Antonella Guida, é una associazione composta da un gruppo di volontari che negli ultimi anni ha collaborato con l' amministrazione comunale di Bernalda - area Magna Grecia diretta dal dr Giuseppe Barberino - ai quali vanno riconosciuti i meriti per aver animato un nuovo interesse e una diversa consapevolezza della valenza del territorio e della storia di Metaponto. Tale interesse è stato altresì condiviso dall'amministrazione provinciale di Matera, presieduta dall'avv. Piero Marrese, che, grazie all'azione svolta dall'OCCSE, ha patrocinato l'iniziativa, anche attivando il pieno coinvolgimento delle scuole del territorio, a cui verranno rivolte specifiche iniziative. Particolare ringraziamento va al Centro Studi e soggiorno SSPA - B&B Villa degli angeli di Bernalda che fornisce l’alloggio e il vitto alla missione. Una quota di finanziamento, di durata triennale, è altresì assicurata dal Rotary Club di Senise-Sinnia (rappresentata dal Presidente ing. Domenico Totaro). 
La campagna di scavi può vantare, inoltre, il patrocinio e il sostegno della gemellata Municipalità di Samos Est, che, con una nota a firma del sindaco Georgios Stantzos, ha auspicato il ritrovamento di reperti riconducibili alla dimora del Maestro Pitagora.
Prima della fine dei lavori di scavo di questa prima campagna verrà realizzato un Open Day aperto alla cittadinanza e alle scuole il cui programma sarà a breve disponibile e pubblicizzato sui social. 

Onore al Maestro #Pitagora