aaaa.gif

 

 ingresso_Questura_Matera.jpg

La Polizia di Stato di Matera ha arrestato in flagranza due uomini residenti in questo Capoluogo, rispettivamente di 44 e 34 anni. Il reato ipotizzato nei loro confronti è di violenza sessuale aggravata e tentata violenza sessuale aggravata.

Allertati da una chiamata sul 113, gli agenti della Squadra Volante sono intervenuti di sera in questa villa comunale “Unità d’Italia”, dove due ragazzine minorenni in lacrime riferivano di essere state avvicinate da due uomini molto probabilmente in stato di ebrezza.

Secondo il racconto fornito dalle persone presenti sul posto, alla prima, uno dei due avrebbe cercato di palpare il fondoschiena; accortasi del tentativo, la stessa sarebbe riuscita con uno scatto ad allontanarsi, trovando rifugio tra i suoi amici della stessa età a qualche decina di metri di distanza. Uno dei ragazzi ha allora contattato la Polizia richiedendo l’intervento degli agenti.

Nel frattempo, i due avrebbero importunato un’altra ragazzina che passeggiava nella villa e uno dei due le avrebbe palpeggiato il sedere, provocandone la fuga.

I due soggetti sono stati individuati e portati in Questura. Gli operatori della Squadra Mobile hanno quindi acquisito altri elementi, tra cui alcune testimonianze, per la ricostruzione dell’accaduto ed hanno proceduto all’arresto dei due soggetti, ponendoli ai domiciliari dopo aver informato l’Autorità giudiziaria.