aaaa.gif


Rocco_Franciosa_Presidente_regionale_Pro_Loco_Unpli_Basilicata.jpgNon era assolutamente scontata la ripresa delle attività di animazione turistica, sociale e culturale su tutto il territorio regionale avvenuta in questi mesi. Dobbiamo essere grati all’impegno di migliaia di volontari delle Pro Loco e delle altre associazioni, che dopo anni complicati per via della pandemia hanno riportato nelle piazze lucane tanti eventi che hanno riscontrato un buon successo di partecipazione. Lo afferma in una nota il Presidente regionale Pro Loco Unpli Basilicata Rocco Franciosa, il quale sottolinea “il lavoro straordinario delle Pro Loco in particolare e del volontariato in generale, rappresenta una grande risorsa per le comunità locali e per la Basilicata e dobbiamo rivolgere un grande grazie all’impegno dei volontari che con amore, impegno e passione promuovono le bellezze lucane. L’investimento di risorse economiche importanti da parte della Regione Basilicata - continua Franciosa – ha rappresentato un elemento determinante per consentire la ripartenza degli eventi culturali, musicali, turistici ed enogastronomici che riscuotono un positivo apprezzamento da parte delle comunità e dei tanti turisti colpiti piacevolmente dall’enorme patrimonio culturale materiale ed immateriale lucano. La sinergia tra le Pro Loco, le amministrazioni comunali, le aree Parco, l’Alsia Basilicata, la Direzione regionale Musei Basilicata, la Regione Basilicata e l’Apt Basilicata – ci tiene a precisare Franciosa – consolidatasi in questi anni, rappresenta un elemento imprescindibile per la buona riuscita della programmazione turistica sui territori e bisogna continuare a lavorare consapevoli che gli investimenti in eventi di animazione territoriale sono in grado di generare importanti economie sul territorio e di valorizzare le tante risorse umane e professionali di cui è ricca la Basilicata. Più che positivo il bilancio degli eventi estivi – conclude Franciosa – e siamo già impegnati per la realizzazione delle iniziative autunnali che da sempre rappresentano un importante opportunità di valorizzazione enogastronomica, ambientale, culturale e turistica su tutto il territorio regionale.”