aaaa.gif

WhatsApp_Image_2022-09-23_at_09.27.46.jpeg
Si è aperto ieri, a Matera, il ventisettesimo Congresso Eucaristico Nazionale, dal tema: “Torniamo al gusto del pane – per una Chiesa eucaristica e sinodale”. Giorni intensi di preghiera, riflessione e confronto sulla centralità dell'eucaristia nella vita del cristiano. Inserito nel clima di sinodalità della Chiesa in questo tempo particolare. Il Congresso si concluderà domenica 25 mattina, con la celebrazione di Papa Francesco nello stadio “XXI settembre - Franco Salerno”. Celebrazione che andrà in diretta su Rai Uno. La cerimonia inaugurale nel pomeriggio di ieri, 22 settembre, è avvenuta in Piazza Vittorio Veneto, aperta da una suggestiva danza, curata dalle studentesse del Pitagora di Montalbano, Indirizzo Coreutico. Una danza suggestiva che rimanda al rapporto con la terra, l’aria, l’acqua, il sole ed il vento, elementi necessari alla vita dell’uomo, ma elementi caratteristici della Basilicata. Subito dopo una lunga processione con varie categorie di persone che hanno portato tra le mani tutti gli elementi essenziali utili alla preparazione del pane: i chicchi di grano, i covoni, l'acqua, il lievito e il sale. Un’articolata paraliturgia ha introdotto ad un tempo di preghiera e di riflessione gli oltre millecinquecento delegati da tutte le Diocesi d’Italia, accolti nella Capitale Europea della Cultura, 2019, da un clima tipicamente autunnale. L’omelia è stata offerta dal Cardinale Matteo Zuppi, Presidente della Conferenza Episcopale italiana, che ha ribadito la necessità di un clima di pace e ha invocato la forza di convertire in falce le armi per assicurare, continuando la sua riflessione ha commentato: “Quando stiamo insieme capiamo quanto tempo abbiamo perso a stare lontani, a fare confronti, a stabilire chi è più piccolo e più grande e qualche volta a far crescere quel seme terribile che è la divisione. Questi giorni sperimenteremo la gioia dello stare insieme e dello spezzare il pane dell’Eucaristia». Mentre nel suo saluto di accoglienza, S. Ecc. Mons. Antonio Caiazzo, Vescovo della Diocesi ospitante l’evento, ha asserito: “chi vive l’Eucaristia tesse relazioni di fraternità bandendo ogni forma di guerra, soprattutto quella del grano, quindi del pane, quella energetica. Da Matera, spezzando il pane eucaristico e adorando la presenza reale di Gesù Cristo, vogliamo dire a tutti che il contrario dello scontro è esattamente l’incontro, la mano tesa nell’atto, non solo di accogliere, ma anche di sostenere e appoggiarsi”. I saluti delle Istituzioni regionali e locali non sono mancati. Il Governatore della Regione Basilicata, dott. Vito Bardi, salutando gli ospiti ha assicurato ai lucani che proseguono i lavori per una modernizzazione della Regione, mentre il Sindaco della Città, dott. Domenico Bennardi ha assicurato prossimità agli ospiti, confermando massima disponibilità agli organizzatori dell’evento. Il Concerto “Ecce Panis Angelorum”, eseguito in prima assoluta dalla Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera, in collaborazione con il Conservatorio Duni della Città, ha concluso il rito di apertura del Congresso. Fitto il programma che prevede incontri e meditazioni oltre che in Cattedrale, anche nelle 10 parrocchie della città.
Carmela Romano