TINTI.gif

 PREMIO_TEATRO_SCUOLA_CULTURA_PALMA_CITO.JPG

Entra nel vivo la tredicesima edizione del Premio Teatro Scuola Cultura “PALMA CITO - Città di Massafra”.
Dopo il Teatro delle Ariette, protagonista dell’ultima edizione, ospite quest’anno, è la compagnia faentina Menoventi che, nel Teatro Comunale “Nicola Resta” di Massafra (Piazza Garibaldi), da mercoledì 15 a sabato 18 marzo, condurrà il laboratorio “Karawane” con i venti giovani pugliesi vincitori del bando di concorso e, sabato 18 marzo, porterà in scena lo spettacolo “Invisibilmente”, per la serata di raccolta fondi a sostegno dell’iniziativa. Serata che proseguirà con l’esito finale del workshop che vedrà i ragazzi salire sul palcoscenico e restituire al pubblico il lavoro svolto nei giorni di laboratorio.
L’edizione 2023 del Premio, nel ricordo della professoressa Palma Cito, è promossa dal Teatro delle Forche, nell'ambito del progetto di Residenze per Artisti nei Territori “Futuro Prossimo Venturo” (con il sostegno della Regione Puglia e del Mibac), con il patrocinio del Teatro Pubblico Pugliese e con la collaborazione di una rete di associazioni ed enti del territorio: Comune di Massafra, Fidapa - sezione Massafra, associazione “Il Serraglio”, associazione “La Finestra”, I.I.S.S. “De Ruggieri”, Lions Club e Leo Club Massafra-Mottola "Le Cripte", parrocchia San Leopoldo Mandic, Rotary Club Massafra, Upgi Massafra, TeatroLab Restiamo Umani, Massafra World Library, Biblioteca Comunale “Paolo Catucci”.
Ingresso ore 20.30. Sipario ore 21. Posti limitati e prenotazione obbligatoria al numero 3246103258. Ticket 10 euro.

Spettacolo “Invisibilmente”
Testo di Consuelo Battiston, Gianni Farina, Alessandro Miele. Con Consuelo Battiston e Alessandro Miele. Regia Gianni Farina. Produzione E Production, Menoventi, Emilia Romagna Teatro. Organizzazione Maria Donnoli e Marco Molduzzi. Durata 45 minuti.
Oppressi da un forte controllo, due malcapitati devono affrontare uno strano scherzo del destino.
I sotterfugi per girare a loro favore la situazione si rivelano tutti vani.
Braccati non hanno tregua. Bloccati, vengono tenuti continuamente sottocchio.
Cosa resta loro da fare?

Venerdì 17 marzo, alle ore 19.30, inoltre, nella Massafra World Library (Palazzo De Nortaristefani, Via Vittorio Veneto), si terrà l’evento “Fingere di Fingere”, laboratorio di guida alla visione dello spettacolo “Invisibilmente” della compagnia Menoventi. Con Gianni Farina, regista dello spettacolo, e Lorenzo Donati, critico teatrale. Introdurrà Maria Teresa Longo, presidente della sezione locale della Fidapa. L’ingresso è libero e gratuito.
Il teatro di Menoventi, compagnia pluripremiata nata in Romagna nel 2005, è costellato da scatole che contengono scatole. In questo teatro gli attori fingono di fingere, i registi sogghignano dietro a consolle difettose e le scenografie prendono vita rivolgendosi a noi. Le storie anziché svolgersi si avvolgono eppure riescono a parlarci dell’oggi. Perché il teatro di Menoventi è una scrittura del presente. Guardate, ora quella ragazza sta salendo sul palco, prima era qui di fianco a me. Vado anche io?
Risalendo al primo spettacolo, In festa (2005), e raccontando alcuni altri lavori della compagnia (da Invisibilmente, 2008, a Postilla, 2009, da L’uomo della Sabbia, 2011, a Entertainment, 2022), l’incontro propone un avvicinamento alla poetica del gruppo, così da permettere a spettatori e spettatrici di cadere meglio nelle trappole predisposte.
L'iniziativa rientra nel progetto “The dark of the room”, a cura del Teatro delle Forche - Intervento strategico per la promozione e formazione del pubblico “Va’ Dove Ti Porta Il Teatro” inserito nell’ambito delle “Azioni di Valorizzazione della cultura e della creatività territoriale” realizzate a valere sulle risorse FSC Puglia 2014 – 2020 – Patto per la Puglia, Area di Intervento IV, della Regione Puglia coordinato dal Teatro Pubblico Pugliese.
Durante l’incontro ci sarà anche una breve presentazione della rivista semestrale di teatro “La Falena”, prodotta dal Teatro Il Metastasio di Prato, che contiene un Oroscopo firmato da Gianni Farina, astrologo e regista.Nell'occasione, la rivista "La Falena" sarà donata ufficialmente alla Biblioteca di Comunità da parte del teatro Il Metastasio di Prato (teatro di rilevante interesse culturale).