Nessuna immagine

107144580_3038764392905135_1685755338769879131_n.jpgUna notizia devastante ha sconvolto tutti coloro che conoscevano Pierpaolo Fedele Bernardo, una figura di spicco nel mondo dello sport lucano, oggi non più tra noi. La sua morte improvvisa ha lasciato un vuoto incolmabile. Nella serata di ieri, mentre si trovava a cena con alcuni dirigenti del CONI, Pierpaolo si è improvvisamente accasciato e nonostante ogni sforzo, nulla è stato possibile per salvarlo. Pierpaolo lascia dietro di sé la moglie e due figli.
Nato a Tursi, Pierpaolo dedicava la sua vita allo sport. Era il gestore di una palestra a Policoro e insegnava educazione fisica, condividendo la sua passione e il suo amore per l'attività fisica con i suoi allievi. Lo sport era per lui molto più di una professione, era una vera e propria palestra di vita. Era un uomo che incarnava i valori dello sport, la determinazione, la dedizione e la lealtà.
La notizia della sua scomparsa ha gettato nel lutto tutto il mondo del Trofeo CONI nazionale, e le comunità di Nova Siri, Policoro e Tursi. Per Pierpaolo, questa competizione rappresentava un sogno che finalmente si stava avverando. Il suo impegno e la sua passione lo avevano portato a questo momento culminante della sua carriera, e la sua assenza sarà profondamente sentita da tutti coloro che avevano avuto il privilegio di conoscerlo e di lavorare con lui.
La comunità sportiva è affranta e sgomenta per questa perdita improvvisa. Pierpaolo era un faro per molti, un esempio di dedizione e passione per lo sport, un uomo che ha lasciato un'impronta indelebile nella vita di coloro che lo hanno incontrato. Il suo spirito vivrà nei cuori di coloro che hanno avuto la fortuna di condividere il suo cammino nel mondo dello sport.