Nessuna immagine

 fattura_gas_da_2.00898_euro.jpg

Presso la sede Cisl pensionati di Policoro (MT), Via Giustino Fortunato n. 10, si è presentata allo sportello dell'Adiconsum un'anziana signora per contestare la bolletta del gas che riportavano costi più che quadruplicati della materia prima.
Leggendo la bolletta - ha commentato Marina Festa, Presidente Provinciale dell'Adiconsum di Matera - notiamo che la società del gas ha aumentato il costo della materia prima da euro 0,50 - 0,60 a euro 2,65 a mc e così la nostra assistita, con una piccola pensione, si è così trovata a ricevere una fattura complessiva, per un consumo di quattro mesi, di euro 2.008,98.
L'associata - ha continuato Marina Festa - non ha potuto cambiare fornitore, a seguito degli aumenti che vi sono stati negli ultimi mesi, perché una eventuale comunicazione degli aumenti è stata inviata via e-mail o con lettera semplice e la medesima non ha ricevuto nessuna delle due comunicazioni. Occorre, quindi, prevedere da parte dell'Autorità Garante che le Società fornitrici siano obbligate a comunicare ai clienti gli aumenti tariffari per via pec o con raccomandata a.r. e a proporre la loro migliore offerta senza applicare autonomamente la tariffa massima.
Per l'anziana signora - ha concluso Festa - abbiamo presentato un ricorso all'Azienda del gas auspicando una riduzione dei costi.
Per ulteriori informazioni: tel. 0835330539 - e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. e ogni sabato dalle ore 10,00 alle 12,00 presso la Cisl Pensionati di Policoro in Via Giustino Fortunato n. 10.