v.gif

 ConcertoDiFineAnno_Ph.AntonelloDiGennaro.jpg

GiovanniSollima_PhAntonelloDiGennaro.jpg

In cartellone Puccini, Tchaikovsky, Gershiwin ma anche De André e Stravinskij per una proposta musicale che continua a rinnovarsi nel solco della tradizione sinfonica e con uno sguardo attento alle nuove generazioni e alle proposte musicali contemporanee

Con 33 concerti, con quasi 3.500 giornate lavorative di musicisti assunti, oltre 5.500 biglietti venduti in 6 mesi, circa 250 abbonamenti emessi per la stagione 2023, la pubblicazione di un book fotografico e con circa 300 candidati alle audizioni per la imminente stagione concertistica, l’Orchestra Sinfonica di Matera si appresta a cominciare le attività della stagione 2024 portando avanti la sua mission: divulgare la musica sinfonica, formare i pubblici ed essere un punto di riferimento per la ricerca musicale sia in ambito locale che nazionale. 

Presentato in anteprima ad aprile, il book fotografico, a cura di Antonello Di Gennaro Editorial and Corporate photographer, mette in risalto l'impegno e gli ottimi risultati raggiunti in un anno di lavoro da un'istituzione culturale ormai consolidata sul territorio. La pubblicazione racchiude tutti gli eventi del calendario invernale del 2023: oltre alle foto degli spettacoli dal vivo, è corredata dai ritratti dei protagonisti della stagione e dagli interventi del Presidente della Provincia di Matera Piero Marrese, del Sindaco di Matera Domenico Bennardi e del Direttore del Conservatorio "E. R. Duni" di Matera Carmine Antonio Catenazzo e sarà in vendita presso la libreria Mondadori Bookstore a Matera. 

“Il 2023 è stato un anno di importanti conferme per l’Orchestra Sinfonica di Matera” spiega Gianna Racamato, presidentessa della Fondazione Orchestra Sinfonica di Matera “caratterizzato da un intenso programma di attività finalizzato a consolidare le iniziative e gli obiettivi dichiarati dai Soci fondatori: l’Orchestra Sinfonica di Matera ha offerto significative opportunità lavorative ai giovani talenti del territorio, molti di loro espressione del Conservatorio E.R. Duni, permettendo loro di interagire con artisti, direttori e solisti di fama internazionale; siamo riusciti a portare avanti con successo il percorso iniziato nel 2022 con il riconoscimento da parte del Ministero della Cultura a candidati ad Istituzione Concertistico Orchestrale per il triennio 2022/2024 grazie all’ingresso, quali soci, della Provincia di Matera, del Comune di Matera e del Conservatorio E.R. Duni di Matera e alla trasformazione in Fondazione di Partecipazione; infine, con orgoglio, abbiamo collezionato successi e ottenuto l’apprezzamento del pubblico, rafforzando la consapevolezza dell’importanza di avere un’Orchestra Istituzionale a rappresentanza di Matera Città e dell’intera Provincia”. 

"Siamo orgogliosi come Provincia di Matera di prendere atto che il progetto OSM sia diventato una realtà di grande livello, peraltro arricchita dalla considerazione che sono tanti i giovani del nostro territorio che ne fanno parte”commenta il Presidente della Provincia, Piero Marrese “Per questo il nostro sostegno è più che mai conclamato: lo facciamo con entusiasmo e grande convinzione perché uno degli obiettivi prioritari della Provincia di Matera è anche quello di creare nuove opportunità di lavoro per i nostri ragazzi. L’Orchestra Sinfonica di Matera è una fucina di talenti ed è patrimonio di tutti”.

“L’Orchestra sinfonica di Matera, rappresenta la realizzazione concreta del sogno di vedere una sinfonica materana, coniugando la volontà di un protagonismo attivo nella musica da parte della capitale europea della cultura, con l’esigenza di valorizzare i talenti artistici locali, creando quindi anche opportunità di lavoro” spiega il sindaco di Matera, Domenico Bennardi “Un progetto in cui abbiamo creduto dal primo momento, portandolo al vaglio del consiglio comunale e con il coinvolgimento tra i soci di un'altra eccellenza materana, il Conservatorio Duni di Matera”. 

Con l’inizio delle sessioni di audizioni per l’organico 2024, l’Orchestra Sinfonica di Matera si appresta a cominciare una nuova stagione concertistica: sono state circa 300 le candidature arrivate tramite bando pubblico provenienti sì dalla Basilicata, ma anche da tutto il territorio nazionale con richieste anche da Brasile, Colombia e Polonia e con una significativa presenza di candidati under 30. Le audizioni si terranno da martedì 18 giugno fino a sabato 29 giugno nelle sale del Conservatorio E.R. Duni di Matera per selezionare strumentisti di tromba, clarinetto, percussioni, timpani, trombone, corno, viola, flauto, fagotto, oboe, violino. 

“La presenza di un’orchestra sinfonica in un territorio come quello di Matera e della sua provincia è un valore aggiunto non solo per gli appassionati, che possono tornare ad ascoltare musica sinfonica di alto livello senza dover raggiungere le regioni limitrofe, ma è soprattutto una importantissima risorsa per le generazioni più giovani che possono così avvicinarsi alla musica sia attraverso i progetti concordati con le realtà scolastiche, sia avendo la possibilità di frequentare i concerti nella propria città, senza dimenticare che la musica è fondamentale per lo sviluppo turistico di un luogo” spiega il Direttore artistico dell’Orchestra Sinfonica di Matera, Saverio Vizziello, che continua “Nel cartellone di quest’anno ricordiamo due figure importantissime della musica colta, Gershwin e Puccini, vogliamo continuare a coinvolgere i territori della provincia portando delle proposte musicali di alto livello artistico che però possano essere anche facilmente riconoscibili per ogni ascoltatore, vogliamo continuare la proficua e sfidante collaborazione con il festival di musica antica dedicato a Egidio Romualdo Duni per arrivare alle festività natalizie con uno dei compositori che forse più ha amato e meglio interpretato le atmosfere invernali, Tchaikovsky. Siamo molto soddisfatti dei risultati raggiunti lo scorso anno e vogliamo continuare a lavorare al meglio per raggiungere obiettivi sempre più ambiziosi”.

I mesi estivi vedranno dunque protagonista la provincia di Matera dove l’Orchestra porterà due progetti: il primo dedicato alle serenate con concerto d’archi e recita di poesie d’amore, il secondo dedicato alla figura di Fabrizio De André con il corpo orchestrale in accompagnamento alla voce di Mario Rosini. È prevista invece a settembre a Matera la presentazione della parte invernale della stagione concertistica con un appuntamento dedicato alla grande musica americana con brani di George Gershwin e Leonard Bernstein per festeggiare il centesimo anniversario di “Rhapsody in Blue”, il capolavoro che George Gershwin compose nel gennaio 1924 e presentò per la prima volta il 12 febbraio dello stesso anno all’Aeolian Hall di New York. Si continua ancora a Matera con il programma autunnale dedicato a Puccini nei cento anni della scomparsa del compositore toscano, per arrivare a dicembre con un concerto dedicato alle musiche di Piotr Ilyich Tchaikovsky passando attraverso le atmosfere elettroniche coniugate alla musica classica dei concerti per le scuole e la coproduzione con il Festival Duni del balletto Pulcinella, scritto da Igor' Fëdorovič Stravinskij su musiche di autori del ‘700.