Nessuna immagine

pittella.jpg

Torna in libertà il Presidente della Regione Basilicata Marcello Pittella, agli arresti domiciliari dal 6 Luglio scorso nell’ ambito dell’ inchiesta su concorsi truccati e nomine pilotate nella sanità Lucana. L’ operazione “Suggello” condotta dalla Guardia di Finanza e coordinata dal Pm di Matera, Salvatore Colella, portò all’ arresto in carcere di due persone, agli arresti domiciliari per altre 20 e a otto obblighi di dimora, su disposizione del gip Angela Rosa Nettis. Nei giorni passati il Pm Colella aveva chiuso le indagini preliminari. Pittella torna in libertà, con divieto di dimora a Potenza, su disposizione del Giudice delle Indagini Preliminari Angela Rosa Nittis. Nel mese di Luglio il Ministro della Salute Giulia Grillo, dopo aver riunito l’unità di crisi del Ministero, aveva inviato gli ispettori del Ministero nella sede Asm di Via Montescaglioso a Matera, per valutare se le vicende giudiziarie della sanità lucana avessero , in qualche modo, impedito la regolare erogazione dei servizi sanitari ai cittadini e se fossero stati commessi reati contro la Pubblica Amministrazione. Pittella era anche stato sospeso dall’ incarico di Presidente della Regione in base a quanto previsto dalla legge Severino.
Antonella Domenica Gatto