GREENACT1.gif

frutti_di_albicocco_GENERICO_1320854448076512200.JPGBAS Si è svolta nei giorni scorsi la XXIII Sagra dell'Albicocca a Rotondella - fa sapere in una nota l'amministrazione comunale.
La giornata, dedicata al prestigioso frutto arancione, è iniziata alle ore 9 con l'iniziativa "Sai cosa mangi?" in collaborazione con l’associazione Basilicata Adventure attenta alle attività culturali, ambientali, ricreative e turistiche del territorio. Bambini e bambine hanno potuto fare visita dapprima alla struttura della Cooperativa Ortofrutticola Trisaia dove, accompagnati dall'Agronomo Vincenzo Montesano, hanno avuto modo di conoscere tutte le fasi inerenti la commercializzazione del prelibato frutto: dall’accettazione in magazzino, alle successive fasi di calibratura, cernita e confezionamento per il mercato del consumo fresco. Successivamente la curiosità dei piccoli visitatori si è spostata verso il Laboratorio didattico della Masseria Nivaldine, dove, accolti da Filomena Laguardia con un ricco spuntino a base di albicocche, gli ospiti hanno avuto modo di apprendere come avviene la trasformazione del prodotto in marmellata. Inoltre, accompagnati dalla Dottoressa Biologa Nutrizionista Rosanna Labriola, hanno avuto modo di capire ed apprezzare le proprietà organolettiche e i benefici salutistici derivati dal consumo quotidiano dell’albicocca.
A partire dal pomeriggio la Sagra si è spostata a Rotondella Centro.
Alle ore 18 si è svolto il Convegno Tecnico dal titolo "Il mercato dell'albicocca tra presente e scenari futuri". Dopo i saluti istituzionali del Sindaco Gianluca Palazzo, dell'Assessore alle Politiche Agricole Pasquale Dimatteo, del Consigliere delegato alla valorizzazione dei prodotti tipici Nicola Santarcangelo, del Consigliere regionale Gianni Leggieri e del Presidente della Provincia di Matera Pierro Marrese, sono intervenuti Duccio Caccioni del Centro Agro Alimentare di Bologna (CAAB) e Carmelo Mennone dell'Azienda Agricola Sperimentale Dimostrativa di Pantanello. Oltre agli aspetti tecnici e di mercato, si è parlato del delicato momento di crisi dell'intero comparto: Caccioni, oltre a fornire un completo report dell’attuale mercato dell’albicocca, ha indicato una serie di consigli tecnici, proposto accordi di filiera, di marketing, valorizzazione e turismo legati al territorio. Inoltre per quanto riguarda la crisi di mercato, una possibile soluzione potrebbe essere rappresentata dall’istituzione di un osservatorio che, dopo aver stabilito i prezzi medi di vendita per varietà e periodo di commercializzazione, possa intervenire in caso di compravendita del frutto al di sotto delle quotazioni stabilite. Ciò garantirebbe un prezzo equo agli agricoltori, oltre che individuare eventuali condotte fraudolente, consentendo una maggiore trasparenza dell'intera filiera anche nei riguardi dei consumatori finali. Inoltre gli amministratori rotondellesi hanno proposto l’apertura di un tavolo politico permanente presso la Provincia di Matera, allargato a tutti i comuni della piana del metapontino, al fine di discutere e dirimere le problematiche che attanagliano il settore agricolo specie quanto concerne il prezzo di vendita del prodotto.
Infine sono stati conferiti due premi: quello della miglior tesi di Laurea in Frutticoltura promosso dall’Associazione per lo Sviluppo della Frutticoltura “Biagio Mattatelli” ed assegnato al dr. Lorenzo Gagliardi dell’Università di Pisa e l’Albicocca d’Oro conferita dall’Amministrazione comunale alla storica Cooperativa Ortofrutticola Trisaia che da oltre 50 anni commercializza e valorizza la prelibata frutta locale nei mercati nazionali ed esteri.
Molto interessante è stato il Laboratorio Creativo denominato “Arcicocca” a cura dell’Arci “La Tarantola” di Rotondella in cui bambini e bambine hanno realizzato, a partire dai giorni precedenti la sagra, percorsi divertenti imparando l’arte del riciclo.
Alle ore 20.30 si è svolta in Piazza della Repubblica l’esibizione di ballo curata dall’associazione locale “Rainbow Dance”.
A seguire il concerto di Povia dove sul palco sono stati anche rilasciati gli attestati di partecipazione ai bambini e alle bambine che hanno partecipato alla giornata della Sagra. Povia, a conclusione del concerto, ha partecipato ad una partita di calcetto con i giovani rotondellesi.
Interessante novità di questa XXIII Sagra dell’Albicocca è stata l’iniziativa enogastronomica “Street L Food - cibo per strada da leccarsi le dita – dove esercenti locali, Pro Loco Nonne Chef ed associazioni di categoria hanno esposto e venduto prodotti locali quali pastizz, frizzul, oltre alla distribuzione del frutto arancione a cura del Circolo dei Pensionati.
L’amministrazione comunale – continua la nota – ringrazia tutti i promotori della Sagra sottolineando l’elemento collaborativo di tutta la comunità per la buona riuscita dell’evento.
bas 02