aaaa.gif

06f35e769b66a2ee79461d51aa85301f.jpg
"Roots-in": si terrà a Matera domenica 20 e lunedì 21 novembre la prima Borsa internazionale del turismo delle origini, che è stata presentata nel pomeriggio, nella Sala degli Specchi del teatro "Stabile" di Potenza, Saranno otto i Paesi di provenienza (Brasile, Argentina, Canada, Messico, Stati Uniti, Regno Unito, Danimarca e Spagna) di 50 agenti di viaggio, possibili compratori di pacchetti turistici, che si uniranno a 200 operatori provenienti da undici regioni italiane che presenteranno la propria offerta turistica in stand appositi in cui si cercherà di stabilire un punto di contatto con i tanti italiani nel mondo, alla ricerca dei propri discendenti.

Dagli organizzatori dell'Agenzia di promozione turistica (Apt) della Basilicata l'idea di favorire "un confronto stabile e un'occasione di incontro tra domanda e offerta con spunti per amministratori e operatori".
"Matera e la Basilicata saranno protagonisti di una iniziativa che ha l'ambizione di diventare un punto di riferimento per il turismo delle origini - ha detto il direttore generale dell'Apt lucana, Antonio Nicoletti - Si tratta di una forma di turismo che potrà favorire soprattutto lo sviluppo delle aree interne d'Italia perché sono quelle che hanno sofferto maggiormente negli anni il fenomeno delle migrazioni e dello spopolamento. Il turismo delle origini può trasformare questo elemento negativo in una opportunità". (ANSA).