aaaa.gif

Contributi agli operatori turistici lucani: completamente escluse le guide turistiche e penalizzate le agenzie di viaggio.

0
0
0
s2sdefault

Gianni Perrino Turismo e ristorazione sono tra i settori che più stanno pagando le nefaste conseguenze della pandemia da covid. Bene ha fatto la giunta regionale ad aprire una seconda finestra dell’Avviso Pubblico "Pacchetto Turismo Basilicata” vista la disponibilità di economie a seguito della chiusura della prima finestra. L’avviso è attivo fino al prossimo 9 aprile. 
Tuttavia questa ulteriore possibilità rischia di lasciare indietro importanti settori dell’industria turistica come le agenzie di viaggio e le guide turistiche. Le agenzie di viaggio hanno potuto usufruire del contributo previsto con la prima finestra mentre le guide turistiche non sono state minimamente contemplate nell’avviso pubblico. 
L’art. 5 comma 4 dell’Avviso Pubblico Pacchetto Turismo Basilicata stabilisce che le eventuali economie sono impiegate per ulteriori contributi alle strutture ricettive, agli stabilimenti balneari e alle attività di ristorazione con determinati requisiti da soddisfare come l’operatività nel 2020 e il mantenimento di almeno il 50% degli occupati rispetto al 2019.
Visto il protrarsi dell’emergenza e le prospettive non proprio rosee nei diversi settori economici, crediamo sia necessario stanziare aiuti evitando discriminazioni, in maniera tale da non lasciare indietro nessuno. 
La giunta e i dipartimenti competenti si adoperino per trovare risorse al fine di dare sostegno alla platea delle guide turistiche e per integrare gli aiuti anche alle agenzie di viaggio. 
Siamo in emergenza e a maggior ragione nessuno deve rimanere indietro.

Gianni Perrino
Portavoce Movimento 5 Stelle Basilicata - Consiglio Regionale