aaaa.gif

 

 
COSIMO_PALAZZO.jpeg
Cosimo Palazzo, già vicino al terzo polo durante le ultime elezioni, è il nuovo coordinatore della sede Policorese di Italia Viva. Il ventitreenne sceglie con convinzione questo partito e il suo modo di fare politica, che risulta coerente con i suoi principali ideali, lo studio delle questioni e la presenza costante sul territorio.
-Perché ha scelto di aderire ad ITALIA VIVA?
Sono da tempo appassionato alla politica, fin dai banchi di scuola, dove ho contribuito nei lavori della consulta provinciale come rappresentante del mio istituto. Ho scelto Italia viva poiché lo definisco un partito non solo giovane, ma dei giovani, capace di coinvolgerci come meritiamo, integrandoci a pieno nel direttivo e dando il giusto peso al nostro pensiero, il pensiero del futuro. 
Mi sono avvicinato al partito conoscendo durante le scorse elezioni, Valentina Celsi (consigliere comunale e coordinatrice provinciale) e Luca Braia. A loro si è aggiunta anche la grande famiglia di Italia Viva. Da subito ho apprezzato l’invito a fare bene e crescere insieme, cercando di mettere in campo un gruppo che ha voglia di fare con serietà e determinazione.
-Quale è l’impegno sulle politiche per la tua città?
Policoro è una città giovane, piena di ragazzi che come me hanno voglia di mettere sù famiglia nella nostra città, di impegnarsi per la propria comunità. Il mio impegno è quello di creare un maggior coinvolgimento di forze nuove, con le quali portare idee nuove per migliorare sempre di più la cosa pubblica. Come in tutte le città in espansione, a Policoro tante sono le cose da fare a partire dall’agricoltura al turismo, alle politiche giovanili. Ritengo che siamo nel periodo giusto per poter avanzare idee, e proposte utili.
-Come è possibile coinvolgere i giovani?
I Giovani hanno voglia di fare, di mettersi in gioco. Vanno cercati attraverso i canali che maggiormente utilizzano e proporgli un attività libera e sana, che li coinvolga. Come è avvenuto con me in Italia Viva. Prima di scegliere il partito, le
persone, ho scelto il loro modo di fare politica, una politica  concreta e competente. Questo il mio auspicio, avere un futuro ricco di giovani che si avvicinano alla politica.